Mediaset tenta il rimbalzo nell'ultima seduta dell'ottava

Mediaset tenta il rimbalzo nell'ultima seduta dell'ottava. Fervono i lavori sui diritti internazionali della Serie A italiana per la stagione 2018-2021 da parte di Luigi De Siervo, ad di Infront consulente della Lega Serie A e dei rappresentanti di quest’ultima come il direttore generale Marco Brunelli e il subcommissario Paolo Nicoletti. Per quanto riguarda Mediaset, la conclusione di un’intesa sui diritti internazionali potrebbe accelerare i lavori per la gara sui diritti nazionali della Serie A rimasta al palo dopo il flop vistosi a giugno, quando proprio Mediaset aveva boicottato la stessa gara criticando duramente i termini del bando. Le quotazioni del titolo si sono spinte fino a quota 2,932 per poi stabilizzarsi poco al di sopra della chiusura di giovedì a 2,91 euro. Il tentativo di rimbalzo nasce dalla comparsa il 5 ottobre di una candela di tipo "hammer", elemento che indica la presenza di un forte supporto in prossimità dei suoi minimi, posti a 2,85 euro. La tenuta di questi livelli e la rottura di 2,974, massimo del 25 settembre, confermerebbero la ritrovata propensione al rialzo con la prospettiva di vedere ricoperto il gap ribassista del 13 settembre con lato alto a 3,074 euro. Oltre quei livelli attesi movimenti verso 3,18, minimo del 7 luglio, e 3,25, gap del 29 agosto. La violazione di 2,85 potrebbe invece implicare discese non solo fino a 2,79, base del gap rialzista del 13 dicembre, ma anche ribassi più estesi, fino in area 2,45 almeno.