Mediaset debole ma rimbalza dai minimi intraday

Mediaset debole mercoledi' dopo la pubblicazione dei dati 2018. I ricavi netti scendono a 3.401,5 milioni di euro rispetto ai 3.550,1 milioni del 2017. Il risultato netto balza a 471,3 milioni di euro da 90,5 milioni di euro del 2017 grazie a poste straordinarie (soprattutto la plusvalenza EI Towers), in assenza delle quali segnerebbe comunque un saldo positivo per 97,3 milioni di euro, superiore a quello previsto nel piano 2020. L’indebitamento finanziario netto consolidato scende a 736,4 milioni di euro rispetto ai 1.392,2 milioni di euro del 31 dicembre 2017 (grazie al deconsolidamento di EI Towers). Il cda ha deciso di non proporre per il momento la distribuzione di un dividendo, "Con l’obiettivo di rendere ancora più solida la struttura patrimoniale e finanziaria del Gruppo, nonché di avere le risorse adeguate per cogliere tutte le opportunità di mercato in ambito internazionale". Nelle ultime settimane alcuni broker avevano ipotizzato il ritorno della cedola dopo due anni. Ricordiamo anche i rumor sull'ipotesi di creazione di un polo europeo della tv generalista con la tedesca Prosiebensat 1 e la francese TF1. Il titolo e' sceso fino a 2,686 euro, per poi risalire a 2,75/76 euro, dopo aver terminato martedi' a 2,797 euro. A 2,745 si colloca la base del doppio massimo disegnato dai prezzi dal 20 febbraio in area 2,90 euro. La base della figura ribassista e' quindi stata violata per adesso solo in intraday, il segnale di debolezza resta in forse. Solo una chiusura di seduta sotto area 2,74 confermerebbe il rischio di una flessione con obiettivo verso la base della fase laterale disegnata dai prezzi dai minimi dello scorso settembre, a 2,43 circa. Supporto intermedio a 2,55 euro. Se le quotazioni trovassero invece la forza per stabilizzarsi al di sopra di 2,77, dove transita la media esponenziale a 50 giorni, sulla quale si appoggiano i minimi di lunedi' e di martedi', diverrebbe possibile un nuovo test della resistenza critica di area 2,90 euro. Oltre quei livelli possibile il test del lato alto della fase laterale citata, in area 3 euro.