Le borse europee sono in tensione, negativo anche il Ftse Mib

Le borse europee sono in tensione: gli occhi degli operatori si puntano sul summit del Consiglio europeo di Bruxelles dove la questione migranti sara' al primo posto della discussione. Al di la' delle implicazioni umanitarie l'argomento e' dirompente anche da un punto di vista politico, tanto che Angela Merkel rischia di chiudere la sua carriera politica proprio su questo punto. E da oltre Oceano non arriva sostegno, il dato sul Pil Usa del primo trimestre infatti ha deluso le attese fermandosi a un +2%, piu' basso del +2,2% atteso. Il Ftse Mib resta coinvolto dal clima generale di incertezza e dopo un tentativo iniziale di andare a prendere i massimi del giorno prima ha virato al ribasso scendendo in area 21400. Viene quindi confermata la violazione della base del canale crescente disegnato dai minimi di fine maggio, linea passante a 21580 circa. Resta quindi solo il supporto offerto a 21122 punti dai minimi del 29 maggio a difendere l'indice dalla ripresa del trend ribassista attivo dai massimi di inizio maggio. Sotto area 21100 il canale citato verrebbe infatti catalogato come un "flag", figura di continuazione della precedente tendenza negativa. Target del ribasso almeno a 20500 punti, con rischio elevato successivamente di test anche di area 20000. La tenuta di area 21100/120 e la rottura di 21580 (prima resistenza di breve a 21500) segnalerebbero un allentamento della pressione ribassista anche se solo oltre area 21880 si potrebbe tornare a sperare in un test del lato alto del canale, passante a 22800 circa.