Juventus FC accelera al rialzo e supera una resistenza

Juventus FC accelera al rialzo grazie al report di Banca IMI. Gli analisti del broker hanno migliorato la raccomandazione da hold a buy e incrementato il target da 0,70 a 1,40 euro in previsione di un netto incremento dei ricavi favorito dall'ingaggio di Cristiano Ronaldo. Per Banca IMI la Juve ha la possibilità di portarsi sui livelli dei cinque maggiori club europei attuali. Inoltre MF riferisce che secondo alcuni analisti Juventus FC ha buone possibilità di entrare nella "reserve list" del FTSE MIB, ovvero tra le società pronte a sostituire eventuali uscenti dal paniere dell'indice principale di Piazza Affari (si tratta di una lista di 4 azioni). Le quotazioni si sono spinte fino a 1,198 euro dopo aver terminato martedì a 1,098 euro. A 1,16 hanno superato la trend line che unisce i massimi del 7 e 27 novembre. Prossimo appuntamento importante con il picco del 7 novembre, a 1,2630, disegnato in corrispondenza del 38,2% di ritracciamento, importante riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci, del ribasso dal top di settembre. Oltre quei livelli il target grafico del rialzo si sposterebbe a 1,35 euro, non distante dall'obiettivo segnalato da Banca IMI. Solo discese sotto la media mobile esponenziale a 100 giorni, in transito a 1,07 circa, potrebbero fare temere l'avvio di una nuova fase di debolezza diretta verso area 1, dove si colloca la trend line che sale dai minimi di giugno. La posizione suggerita dal servizio Megatrader (www.megatrader.it) sul titolo è long dal 23 novembre, con ingresso a 1,08 euro. Negli ultimi 12 mesi i suggerimenti offerti dal sistema hanno permesso di realizzare un guadagno teorico del 125,10% (alla chiusura del 4 dicembre). Il rating per il titolo e' di 2, in crescita, su una scala che si spinge come valutazione massima a 5, quindi esiste ancora in teoria un ampio spazio di crescita prima che l'uptrend denunci segnali di stanchezza.