Ftse Mib indice respinto da forte resistenza

Ftse Mib indice respinto da forte resistenza. Il Ftse Mib ha toccato con i massimi di lunedi' a 22004 punti il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di maggio 2018, una resistenza critica ricavata dalla successione di Fibonacci che per il momento ha retto l'assalto dei rialzisti. Non sono serviti i buoni dati Usa ad aiutare a dare una spallata alla resistenza. La Federal reserve di New York ha comunicato che l'indice Empire State Manufactoring (che misura l'andamento dell'attività manifatturiera di New York) si attesta nel mese di aprile a 10,1 punti da 3,7 punti di marzo risultando superiore alle attese degli analisti fissate su un indice pari a 6,7 punti. Un livello dell'indice superiore allo 0 indica che la maggior parte delle aziende riportano un miglioramento delle condizioni. La lettura del dato non e' tuttavia completamente soddisfacente: tra le diverse componenti dell'indice infatti i nuovi ordini sono migliorati a quota 7,5 punti, le consegne a 8,6 ma la componente relativa alle aspettative e' scesa a 12,4 punti, il livello piu' basso da piu' di tre anni. I mercati sono concentrati sulle trimestrali americane. In attesa domani di vedere i risultati di Bank of America (e poi di BlackRock, Morgan Stanley, American Express..) le borse si interrogano sulla possibilita' dell'economia di continuare ad alimentare i progressi degli utili aziendali e sembrano poco propense a fidarsi dei primi numeri usciti, dal momento che le aspettative in generale per i titoli dell'S&P 500 non sono entusiasmanti. Tornando al Ftse Mib, solo il superamento del 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di maggio 2018 toccato lunedi' fornirebbe indicazioni incoraggianti per il test almeno dei 22600 punti circa, lato alto del canale crescente che parte dai minimi di fine 2018. Sopra quei livelli il target si sposterebbe a 23100 circa. La mancata rottura di area 22000 e la violazione di 21750 potrebbero portare al test della base dello stesso canale, a 21335 circa. La violazione di questo importante supporto lascerebbe poi spazio alla ricopertura del gap del 1° aprile con base a 21295. Supporto successivo a 20745, media esponenziale a 50 giorni.