Ftse Mib alla resa dei conti

Ftse Mib alla resa dei conti. Il Ftse Mib indice ha toccato giovedi' mattina in area 20970 la mediana del canale crescente che sale dai minimi di fine dicembre 2018, resistenza che non e' stata superata dai prezzi, anche se resta in vista delle quotazioni. Come gia' successo altre volte da inizio ottava i mercati sono in attesa della votazione del Parlamento inglese sulla Brexit, questa volta per decidere se chiedere o meno un rinvio e a quali condizioni. Anche il fatto che l'incontro fra Donald Trump e Xi Jinping sia stato rimandato a fine aprile da fine marzo ha tolto forza al rialzo dei mercati, senza pero' sconvolgerli piu' di tanto: gia' era dato per scontato che in ogni caso un eventuale incontro a fine marzo sarebbe stato solo un gesto di "good will" da ambo le parti per segnalare l'intenzione di procedere successivamente con accordi piu' concreti. Leggermente diverso il quadro grafico del future Ftse Mib, non solo perche' i prezzi giovedi' mattina si sono fermati a 20975 senza toccare, come invece ha fatto l'indice, la mediana del canale, passante a 21020 circa, ma anche perche' da domani, con il cambio del contratto (la scadenza passa dal marzo al giugno), il future iniziera' a quotare 550 punti circa piu' in basso dell'indice, allontanandosi quindi sul grafico "continuation" (quello che rappresenta i contratti successivi senza aggiustamenti, la versione maggiormente utilizzata per visualizzare un grafico storico del derivato) dalla mediana del canale, scendendo invece al di sotto dela base, attualmente in transito a 20460 circa. Questo "scalino" sul grafico del future, che si aprira' per effetto della diversa modalita' di calcolo dei dividendi, costringera' a considerare gia' inviato per il derivato un segnale ribassista abbastanza grave, che rischia di essere l'inizio di una correzione, per il future (ma spesso quello che in questo periodo dell'anno accade per il grafico del future condiziona anche l'andamento successivo dell'indice), di tutto il rialzo dai minimi di fine 2018, e che verra' negato solo a seguito di rialzi di almeno 300/400 punti. Solo con una rottura decisa e in tempi brevi da parte dell'indice di area 21000 e il proseguimento del rialzo verso 21550, lato alto del canale rialzista, sara' possibile mantenere un orientamento positivo per il future (in quel caso il derivato ritornerebbe all'interno del canale crescente e il segnale di debolezza derivante dal cambio di contratto potrebbe rientrare).