EURO STOXX® Oil & Gas in ipercomprato

EURO STOXX® Oil & Gas in ipercomprato. L'indice settoriale EURO STOXX® Oil & Gas (EU0009658400), paniere contenente anche le italiane Eni e Saipem, ha toccato un massimo giovedi' a quota 355,32 euro per poi avviare una flessione. Il calo subito da quei livelli e' stato per il momento marginale e non mette in discussione la tenuta dell'uptrend che si e' realizzato dai minimi di marzo a 299,88 punti, e' tuttavia opportuno osservare che la velocita' con la quale si e' realizzata l'ascesa ha comportato lo sconfinamento in area di ipercomprato da parte degli indicatori tecnici di uso piu' comune. L'Rsi a 14 sedute non solo si e' spinto oltre la soglia critica del 70%, ma ha anche sviluppato una "divergenza ribassista", ovvero ha disegnato una fase caratterizzata da massimi calanti che si contrappone invece ad un proseguimento del rialzo sul grafico dei prezzi nello stesso periodo. Il rischio che dai massimi toccati il 10 maggio possa svilupparsi una flessione correttiva e' quindi elevato. La violazione a 349 euro della media mobile a 10 giorni sarebbe un primo segnale di debolezza, con rischio sotto quei livelli di test di area 330/31, massimo di gennaio. Solo in caso di discese al di sotto di quella soglia l'indice potrebbe poi procedere alla ricopertura del gap del 5 aprile con base a 314 circa. La tenuta di 349 e la rottura di 355/56 lascerebbero invece spazio al test di 363, ultimo ostacolo in grado di impedire il ritorno sui massimi di giugno 2014 a 381,31 euro.