CNH disegna una figura rialzista

CNH Industrial estende martedì il rialzo della seduta precedente messo a segno grazie all'ok del Senato USA alla riforma fiscale del presidente Trump, provvedimento che dovrebbe avvantaggiare i gruppi con elevata presenza negli Stati Uniti. CNH ha anche comunicato che "la società interamente controllata, CNH Industrial Capital LLC, ha istituito un nuovo programma di commercial paper per l’emissione di titoli a breve termine, unsecured e non subordinati su base “private placement”". Le quotazioni si sono spinte fino a quota 11,18 euro per poi stabilizzarsi in area 11,10 euro (close lunedì a 10,91 euro). A 11,24 transita il lato alto del "pennant" che il titolo sta disegnando dal top di novembre. La rottura del lato alto di questa figura di forma triangolare segnalerebbe la ripresa dell'uptrend in atto dai minimi di agosto e quindi anche il superamento dei massimi del 1° novembre a 11,54 euro. Spesso il "pennant" si colloca nella porzione centrale di un movimento, la rottura di area 11,24 dovrebbe quindi aprire la strada al test di area 13,50. Resistenze intermedie a 11,90 e 12,50 euro. La mancata rottura di 11,24 diverrebbe preoccupante solo se seguita dalla violazione di area 10,90. In quel caso potrebbe venire messa sotto pressione la base della figura triangolare, a 10,55 circa, con il rischio alla violazione del supporto di proseguimento del ribasso almeno fino a 9,95, minimo di metà ottobre.