Cerved in territorio negativo

Ribasso attorno al punto percentuale ieri (lunedì 9 luglio) per Cerved che ha chiuso gli scambi a 9,27 euro (-1,17%). Il titolo è comunque riuscito a limitare i danni, in chiusura, dopo aver toccato un minimo nell'intraday a 9,07 euro. Alla base del negativo andamento dei corsi ci sono le dichiarazioni di ieri dell'a.d. Marco Nespolo, che ha affermato che il gruppo sta lavorando a importanti dossier M&A "nelle adiacenze, non solo nel core business", "magari nel software e affini". Cerved potrebbe inoltre entrare nel digital lending, secondo indiscrezioni di stampa, infatti, la società sarebbe interessata ad Oasi, leader nazionale nei software antiriciclaggio controllata da Nexi. Oasi verrebbe valutata 220-280 milioni di euro, quasi il doppio delle cifre circolate a inizio giugno (130-150 milioni). Graficamente il titolo si muove per vie orizzontali da circa un mese, confinato all'interno del range 9,00-9,55, dopo aver reagito dai minimi di maggio a 8,50 euro. Il superamento di quota 9,55 preluderebbe ad un allungo verso un primo obiettivo a a 10/10,10 euro, target successivo in area 10,50. Indicazioni di debolezza invece alla violazione della base del citato intervallo (quota 9,00) introduttiva al ritorno sui bottom a 8,50 euro.