Brembo avvicina una resistenza chiave

Brembo avvicina una resistenza chiave. Martedi' la Cina ha annunciato misure a sostegno della domanda interna: previste iniziative per favorire gli acquisti di elettrodomestici e di auto. Le misure pro-settore auto sono state confermate dal vice presidente della Commissione Nazionale per le Riforme, Zhang Yong, in una dichiarazione alla televisione di Stato, CCTV. Si attendono poi altre notizie da Pechino, dove si sono tenuti i negoziati USA-Cina sul commercio. Brembo approfitta delle notizie e sale fino a 10,20 euro dopo aver terminato martedi' a 9,595 euro. Il titolo ha disegnato un potenziale doppio minimo con base in area 8,80 euro dal 13 novembre, una figura rialzista che verrebbe completata con il superamento del top del 3 dicembre a 10,33 euro. Sopra quei livelli i prezzi si lascerebbero alle spalle anche la media mobile esponenziale a 100 giorni. Target alla rottura di 10,33 posto a 11,20 euro, lato alto del canale ribassista che contiene le oscillazioni dai massimi di ottobre 2017. L'obiettivo del doppio minimo, calcolato tramite la proiezione della ampiezza del doppio minimo dal punto di rottura, si colloca a 11,90 euro circa. Solo discese sotto area 9,50 metterebbero in discussione l'evoluzione rialzista. La base del canale decrescente attualmente si colloca a 8,47 euro circa.  Megatrader (www.megatrader) su Brembo ha una posizione "long" dal 9 gennaio, assunta a 9,60 euro.