Borsa italiana positiva, spread in discesa, bene i bancari

Borsa italiana positiva, spread in discesa, bene i bancari. FTSE MIB +0,91%.

Il FTSE MIB segna +0,91%, il FTSE Italia All-Share +0,89%, il FTSE Italia Mid Cap +0,65%, il FTSE Italia STAR +0,83%.

Spread tra rendimenti di BTP e Bund decennali in calo a 235 bp dai 246 circa della chiusura di ieri.

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,8%, FTSE 100 +0,4%, DAX 30 +0,5%, CAC 40 +0,7%, IBEX 35 +1,2%.

A restituire fiducia ai mercati anche le dichiarazioni di Peter Praet, capo economista della Banca centrale, secondo cui si sta avvicinando la fine del programma di quantitative easing nella Ue. Parole che hanno spinto in rialzo l'euro, mentre il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa americana nei confronti delle altre dieci principali monete, è in marginale arretramento.

Future sugli indici azionari americani in rialzo: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,4%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,86%, NASDAQ Composite +0,67%, Dow Jones Industrial +1,40%.

Mercato azionario giapponese positivo, il Nikkei 225 stamattina ha terminato a +0,87%. Borse cinesi in leggero rialzo: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen poco fa ha chiuso a -0,17% circa, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,6% circa.

Buon avvio di seduta per i bancari. L'indice FTSE Italia Banche segna +1,9%. In evidenza FinecoBank (+2,6%), Banco BPM (+3,2%), UniCredit (+2,0%), Intesa Sanpaolo (+1,4%).

Brilla soprattutto BPER Banca (+5,0%) grazie alla decisione di Equita di migliorare la raccomandazione sul titolo da hold a buy. Inoltre Carlo Cimbri, numero uno del gruppo Unipol (che ha quasi il 10% di BPER), ha ribadito che si attende interventi rapidi e intensi sul fronte della riduzione dei crediti deteriorati.

Saipem (+2,6%) guadagna terreno in scia alla notizia della firma del contratto tra Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e il Consorzio Cepav due (di cui Saipem attualmente detiene una partecipazione pari al 59%) per la realizzazione del primo lotto costruttivo della tratta Alta Velocità/Alta Capacità Brescia-Verona per un valore di 1.645 milioni di euro. Il valore totale della tratta Brescia–Verona è pari a 2.160 milioni di euro.

In rialzo Poste Italiane (+1,8%) e UnipolSai (+0,7%). Il presidente della compagnia assicurativa bolognese ha rivelato che è giunto un invito dal gruppo guidato dall'a.d. Matteo Del Fante a valutare una partnership nel settore RC Auto, invito che sarà valutato. Secondo indiscrezioni Poste ha contattato anche Generali, Allianz, Axa e Zurich: le trattatite potrebbero essere concluse entro fine estate.

Sale FCA (+1,3%) in sintonia con il settore: l'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna +1,1%. Si segnalano inoltre le parole del neo ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, il quale ha giudicato positivo il piano di investimenti del Lingotto nell'auto elettrica (9 miliardi scorsa nel piano 2018-2022 annunciato la settimana scorsa).

Saes Getters (+11,2%) accelera al rialzo in scia alla notizia della vendita alla società statunitense Entegris del business della purificazione dei gas (Systems for Gas Purification & Handling), con un incasso di 355 milioni di dollari. Il closing è atteso entro fine mese.

DATI ATTESI:
Per quanto riguarda gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi, alle 10:00 vendite al dettaglio Italia e alle 11:00 PIL finale trim1 eurozona.
Negli USA alle 14:30 richieste settimanali sussidi disoccupazione.