Borsa italiana poco mossa in avvio

Borsa italiana poco mossa in avvio. FTSE MIB -0,05%.

Il FTSE MIB segna -0,05%, il FTSE Italia All-Share -0,02%, il FTSE Italia Mid Cap +0,17%, il FTSE Italia STAR +0,24%.

Mercati azionari europei incerti: Euro Stoxx 50 invariato, FTSE 100 -0,3%, DAX +0,1%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 -0,1%.

Future sugli indici azionari americani in verde : S&P 500 +0,1%, NASDAQ 100 +0,2%, Dow Jones Industrial invariato. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,19%, NASDAQ Composite +0,27%, Dow Jones Industrial -0,23%.

Mercato azionario giapponese positivo, stamattina l'indice Nikkei 225 ha chiuso a +1,30%. Borse cinesi in leggero calo: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen poco fa ha terminato a -0,18%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna -0,7% circa.

Telecom Italia (+1,4%) guadagna ulteriore terreno e prolunga il rimbalzo dai minimi dal 2013 toccati alla fine della scorsa settimana. Ieri il cda ha deciso di confermare "l’ampio mandato al management per la presentazione di offerte e la partecipazione all’asta" relativa all'assegnazione delle frequenze 5G. Il Ministero dello Sviluppo economico ha comunicato che oltre a Telecom hanno presentato offerte Fastweb, Wind 3, Vodafone e Iliad: quest'ultima si è già aggiudicata il lotto riservato in Banda 700 MHz. Nessuna offerta iniziale alla data odierna risulta essere stata presentata per la banda 700 SDL, nonché per il blocco specifico in banda 3600 -3800 Mhz. Alle ore 11.00 di giovedì 13 settembre 2018 partirà la fase dei miglioramenti competitivi.

Bancari poco mossi con l'indice FTSE Italia Banche a -0,1% dopo il +4,23% di ieri realizzato grazie al forte calo di rendimenti e spread e al report di Morgan Stanley. Oggi il BTP decennale rende il 2,73%, -3 bp rispetto alla chiusura di ieri, lo spread cede 4 bp a 231. Bene UBI Banca (+0,5%), Intesa Sanpaolo (+0,2%), deboli Banco BPM (-0,4%), UniCredit (-0,5%).

Mediaset (-2,4%) corregge dopo il +4,79% di ieri. Bloomberg aveva riferito indiscrezioni secondo cui il gruppo di Cologno Monzese potrebbe lanciare un'offerta sul 48% della controllata Mediaset Espana con successivo delisting. Un portavoce di Mediaset ha poi smentito i rumor. Anche Mediaset Espana (-4,2%) arretra dopo il balzo di ieri.

Leonardo (-0,8%) in lieve calo dopo il +7,17% di ieri. Il titolo nella scorsa seduta ha approfittato del clima positivo sull'Italia: Morgan Stanley raccomanda acquisti "tattici" su azioni e obbligazioni tricolori, in vista della legge di bilancio attesa per il 27 settembre. Gli analisti della banca USA prevedono un deficit/PIL al 2,2%, molto al di sotto del limite UE del 3%. Leonardo ha tratto vantaggio anche dalla notizia dell'esercizio del diritto di prelazione per l'acquisizione di Vitrociset da Mer Mec. Vitrociset opera nelle attività di addestramento e supporto in ambito ICT nei mercati della difesa e sicurezza, oltre che nei settori di logistica, trasporti e spazio. Per Mediobanca l'acquisizione consentirà a Leonardo di estendere la sua offerta: ribadita quindi la raccomandazione overweight con target a 14 euro. 

DATI ATTESI:
Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: alle 10:30 tasso di disoccupazione, retribuzioni medie e variazione n° richiedenti sussidi disoccupazione Regno Unito, alle 11:00 indice ZEW (fiducia investitori istituzionali) Germania.
Negli USA alle 16:00 scorte all'ingrosso e indice JOLTS (mercato del lavoro).