Borsa italiana in calo, bancari in rosso, vola Cattolica

Borsa italiana in calo, bancari in rosso, vola Cattolica: Ftse Mib -0,50%.

Il Ftse Mib segna -0,50%, il Ftse Italia All-Share -0,43%, il Ftse Italia Mid Cap +0,11%, il Ftse Italia Star +0,09%.

Mercati azionari europei incerti. DAX +0,1%, FTSE 100 +0,2%, CAC 40 -0,1%, IBEX 35 -0,4%.

Future sugli indici azionari americani poco mossi. Le chiusure dei principali indici della seduta precedente a Wall Street: S&P 500 +0,56%, Nasdaq Composite +0,78%, Dow Jones Industrial +0,50% (nuovi massimi storici per i tre indici).

Mercato azionario giapponese in verde, il Nikkei 225 chiude a +0,30%. Borse cinesi di Shanghai e Shenzhen chiuse per festività. Hong Kong è invece aperta: l'indice Hang Seng al momento segna +0,1% circa.

Sul fronte valutario, il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa Usa nei confronti delle altre dieci principali monete, è sostanzialmente invariato, ma si era apprezzato dello 0,60% giovedì sui massimi di undici settimane. Poco mosso anche lo yen, ma a Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,30% (performance sostanzialmente identica per l’indice più ampio Topix, in crescita dello 0,28%), dopo avere toccato i massimi in due anni in intraday. Tra le materie prime, poco variati oro e petrolio: il Wti era rimbalzato dell’1,60% giovedì ma si avvia comunque verso il più netto declino settimanale da inizio settembre.

Importante cambiamento nell'azionariato di Cattolica Assicurazioni che reagisce con un balzo del 17% e un massimo a 9 euro, livello più elevato da settembre 2014. Ieri dopo la chiusura del mercato i commissari liquidatori di BP Vicenza hanno annunciato la vendita dell'intera quota detenuta dalla banca nella compagnia, pari al 9,047% del capitale, a 7,35 euro per azione (chiusura di ieri a 7,31), per un ricavo complessivo di poco inferiore ai 116 milioni di euro. Il nome dell'acquirente è decisamente altisonante: si tratta di una società interamente controllata da Berkshire Hathaway, il gruppo fondato dal guru degli investimenti Warren Buffett. La società con sede ad Omaha nel Nebraska ha presentato autonomamente l'offerta e i liquidatori l'hanno accettata. Buffett diventa quindi il principale azionista di Cattolica Assicurazioni: data la sua storia di successi nel settore degli investimenti la mossa ha catalizzato l'interesse di altri operatori nei confronti del titolo.

Il boom di acquisti su Cattolica Assicurazioni offre sostegno anche agli altri titoli del settore. In verde Unipol (+1,2%), UnipolSai (+0,3%), Vittoria Assicurazioni (+1,1%).

Ancora deboli i bancari: l'indice Ftse Italia Banche segna -0,9%. Secondo indiscrezioni di MF la Banca d'Italia si augura che la BCE giunga a una posizione più equilibrata sugli npl al fine di tenere conto delle differenze che esistono tra i Paesi dell'eurozona. Le linee guida dell'Eurotower che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2018 prevedono un incremento al 100% delle coperture sui crediti deteriorati dopo 2 anni di vintage se i crediti sono non garantiti e dopo 7 anni di vintage se sono garantiti. Per vintage si intende il tempo trascorso da quando un credito viene classificato tra i deteriorati. A Milano perdono terreno Banco BPM (-2,5%), Bper Banca (-2,4%), UBI Banca (-1,6%), UniCredit (-1%). In controtendenza Mediobanca (+0,2%) grazie al report di un importante broker.

Ottimo avvio di seduta per Cairo Communication (+4,2%) grazie a Equita che migliora la raccomandazione sul titolo a buy.

Ray Way (-2,3%) in fisiologica correzione dopo il +8,23% di ieri in scia alle indiscrezioni riguardanti la vendita di Persidera, operatore di rete indipendente dotato di cinque multiplex digitali nazionali, da parte di Telecom Italia: stando ai rumors la compagnia telefonica ha dato mandato a Barclays, Credit Suisse e Lazard per gestire la vendita della controllata. Secondo Banca IMI la cessione di Persidera potrebbe dare il via a un consolidamento nel settore.

DATI ATTESI:
Per quanto riguarda gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi segnaliamo alle 10:00 vendite al dettaglio Italia.
Negli USA alle 14:30 nuovi posti di lavoro e tasso di disoccupazione, alle 16:00 scorte all'ingrosso.