Atlantia in flessione martedi'

Atlantia in flessione martedi' dopo le dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, in audizione alla Camera. Toninelli ha confermato la linea dura dell'M5S contro la controllata Autostrade per l'Italia, ribadendo che l'obiettivo del governo e' arrivare alla decadenza della concessione. Toninelli ha affermato anche che il crollo del Ponte Morandi a Genova e' stato causato dalla scarsa manutenzione di Autostrade e quindi i lavori di ricostruzione non potranno essere “affidati ed eseguiti da chi giuridicamente aveva la responsabilita' a non farlo crollare”. Il governo potrebbe portare uno o piu' decreti legge in Cdm venerdi' per l'emergenza di Genova, che oltre ad avere per destinatari gli sfollati e le imprese, tratta anche della ricostruzione del Ponte Morandi. Il titolo Atlantia e' sceso a toccare un minimo a 17,29 euro dopo aver terminato lunedi' a 17,655 euro. A 16,935 si colloca il minimo del 6 settembre, quota critica da rispettare per evitare la ripresa del veloce ribasso subito dai massimi di maggio. Target al di sotto di quei livelli a 14,30 euro circa (supporto intermedio a 16 euro). Solo recuperi oltre area 18,37 sarebbero un primo indizio di rientro delle tensioni ribassiste in favore di un test di area 19,34/35 euro.