Approfondimenti

  • 04/12/2018 - 16:26
    337163

    Debole FCA martedì dopo i dati sulle vendite in Italia a novembre: i marchi del Lingotto (escludendo Ferrari e Maserati) hanno fatto segnare un -9,9% a/a, contro il -6,3% del mercato. La quota di FCA scende al 24,1% dal 25,1% di un anno fa. E' andata decisamente meglio negli USA dove le vendite sono salite del 17% a/a. Il Sole 24 Ore riferisce che FCA sta valutando di aprire una propria divisione di servizi finanziari negli USA: possibile l'esercizio dell'opzione per acquistare Chrysler Capital (gruppo Santander).

  • 03/12/2018 - 17:30
    337018

    Bene Banca MPS in avvio di ottava. Il titolo accelera e tocca i massimi da metà ottobre approfittando probabilmente del rally dei BTP, dato che l'istituto senese è tra i più esposti sui titoli di debito italiani.

  • 30/11/2018 - 16:57
    336855

    Terna ha disegnato in area 5 euro il 27 novembre una candela di tipo "shooting star" in corrispondenza del 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di novembre 2017 avviando poi una flessione e in contemporanea con il raggiungimento della soglia di ipercomprato da parte dell'indicatore Rsi a 14 sedute. Solo la rottura decisa dei 5 euro potrebbe fare sperare nel proseguimento del rialzo verso are 5,15 almeno. Sotto 4,81, media mobile esponenziale a 20 giorni, rischio invece di test di 4,65, base del gap del 7 novembre.

  • 29/11/2018 - 17:27
    336713

    Falck Renewables sale sui massimi da maggio ed estende il rally partito a inizio mese in scia ai risultati conseguiti nei primi nove mesi del 2018: ricavi +16,4% a/a, EBITDA +26,1% a/a e utile ante imposte a 47,8 milioni (+76,1% a/a). L'ottimo andamento dei conti ha indotto il management a rivedere al rialzo le stime per l'esercizio: quella sull'EBITDA sale da 163 milioni di euro a 180 milioni, quella sull'utile netto prima delle minorities da 39 milioni a 49 milioni, mentre l'indebitamento netto (incluso il fair value dei derivati) passa da 650 milioni di euro a 600 milioni.

  • 29/11/2018 - 13:53
    336671

    L’Energy Information Administration (EIA) degli Stati Uniti ha pubblicato ieri il dato sulla variazione delle scorte petrolifere nella settimana terminata il 23 novembre 2018, con un incremento di circa 3,6 milioni di barili, notevolmente superiore alle attese (+0,769 milioni di barili). E' ormai la decima settimana consecutiva che vede un aumento delle scorte di greggio negli USA.

  • 28/11/2018 - 16:56
    336550

    Tenaris in ampio ribasso nella seduta di mercoledì dopo che il presidente e a.d. Paolo Rocca è stato formalmente accusato (decisione preliminare del giudice di prima istanza) in Argentina in un'indagine su presunti pagamenti effettuati da Techint Group (holding che controlla Tenaris) nel 2008 a ufficiali del governo del Paese sudamericano.

  • 27/11/2018 - 19:27
    336402

    Debole STMicroelectronics dopo l'intervista al Wall Street Journal di Donald Trump: il presidente USA ha minacciato l'imposizione di nuovi dazi su importazioni dalla Cina per 267 miliardi di dollari, tra cui anche una tariffa del 10% su smartphone e pc, inclusi ovviamente anche i prodotti di Apple. Il produttore americano pesa per il 13% circa sul fatturato di STM.

  • 26/11/2018 - 16:54
    336157

    Decisamente tonico Fca in avvio di ottava: il titolo si spinge a toccare un massimo intraday a 14,828 euro, riportandosi poi in area 14,73/74, dopo aver terminato venerdi' a 14,096 euro. Fca si avvantaggia delle alle indiscrezioni di Bloomberg secondo cui il Lingotto starebbe valutando la possibilità di cedere Comau, la controllata attiva nell'automazione industriale e robotica. L'operazione potrebbe generare un ricavo di 1,5-2,0 miliardi di euro.

  • 23/11/2018 - 17:22
    336137

    Petroliferi negativi in scia all'ennesima accelerazione ribassista del greggio. I future gennaio toccano i minimi da settembre/ottobre 2017: quello sul Brent si è spinto fino in area 59,30 $/barile, quello sul WTI fin sui 50,60 $/barile circa. In rosso Eni: su quest'ultima si segnalano le indiscrezioni relative alla partecipazione all'asta per il 40% del ramo raffinazione di Abu Dhabi National Oil Co (ADNOC). Bloomberg riferisce che si tratta di un'operazione da 8 miliardi di dollari e che l'esito non verrà annunciato fino all'anno prossimo.

  • 22/11/2018 - 16:41
    336000

    Seduta molto positiva giovedi' per Saras. Il titolo non è ancora riuscito ad approfittare pienamente del netto rialzo dei margini di raffinazione delle ultime settimane, favorito dalla massiccia flessione del prezzo del petrolio. Il margine EMC alla fine della scorsa settimana si è portato a 4 dollari/barile dai 3,2 della precedente. Le quotazioni si sono spinte fino a 1,759 euro dopo aver terminato mercoledì a 1,67 euro.